Print Friendly Version of this pageStampa Get a PDF version of this webpagePDF

VIVERE E’ RISPONDERE

VIVERE E’ RISPONDERE

Domenica prossima sarà dedicata alle vocazioni , ma siccome il tema è vasto e importante ne comincio a parlare oggi per intrattenerci almeno due volte. Quando si parla di vocazione di solito si pensa ai preti e alle suore mentre invece la vita stessa è una vocazione e nella vita tutto è vocazione perché tutti siamo chiamati a poter essere.

Primo elemento è l’ascolto di una voce che è l’accesso al poter essere di ogni soggetto e che ci mette sulla giusta via.. Secondo le Scritture Dio è all’origine di questa voce. Questo “proto-evangelo” che il Signore ha scritto per ciascuno di noi ce lo rivela in circostanze particolari, quelle che aprono la persona alla totalità della sua esistenza. “Tu puoi…” è quello che ciascuno sente dentro e poco importa che sia riferita a Dio , importante è che la senta fortemente.

Il secondo elemento è la percezione della persona dell’unicità della sua esistenza. Ogni uomo è unico e irrepetibile e la singolarità dell’esistenza di ciascuno la percepisce nella sua totalità. “L’uomo sorpassa infinitamente l’uomo” diceva Pascal. Se poi si acconsente , con le Scritture , ad introdurre il vocabolo “Dio” nello spazio di questa esperienza, Dio non può apparire che come l’incomparabile, l’unico che si manifesta appunto nel momento in cui qualcuno ascolta in profondità la sua chiamata “Tu puoi essere unico”.

Il terzo e ultimo elemento è la decisione di rendere possibile quello che abbiamo profondamente sentito, la decisione ad esercitare il “proprio mestiere di uomo” che mette in gioco tutti gli aspetti della nostra vita. Questa decisione di impegnare la propria esistenza per l’altro non è mai acquisita in modo definitivo perché riguarda la capacità di trasformare noi stessi, di influire nella società e il nostro ambiente con i nostri progetti.

Questi tre versanti della nostra vocazione umana si possono riepilogare nella formula apparentemente semplice :”Tu puoi …….essere unico…. e mettere in gioco la tua unica esistenza per l’altro in tutte le tue scelte”.

Ovviamente è chiaro che la vocazione umana è un cammino pieno di tranelli. Lasciarci ricordare ogni giorno che la vita forma un tutto misterioso non va per nulla da se. La tenue voce che ogni giorno ci ripete “Tu puoi” non è facile a percepire, ma non siamo soli in questo cammino. Domenica parleremo di quella categoria di persone che ciascuno ha trovato e che lo hanno reso capace di far passare il “Tu puoi” al “Lo voglio”: sono i vari traghettatori che ci accompagnano nella vita.

Articoli correlati

Tag: vocazione religiosa vocazione sacerdotale

Newsletter

 

Seguici

lamiaVocazione.it
Suore Compassioniste Serve di Maria
Via Appia Nuova 1009
00178 Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mappa