Articoli taggati con: quaresima

La Tentazione

I Domenica di Quaresima

La Tentazione

Papa san leone Magno nel 440, all'inizio della quaresima scriveva, "Sulla faccia della terra migliaia di uomini si preparano alla loro rigenerazione in Cristo" e nello stesso tempo "Coloro che sono caduti che si lavano nelle lacrime della penitenza per essere ammessi alla riconciliazione". I vangeli di queste domeniche quaresimali costituiscono l'itinerario percorso dai catecumeni e dai penitenti che si preparano alla riconciliazione.

"FERMATEVI, E RICONOSCETE CHE IO SONO DIO”

Mercoledì delle ceneri

La quaresima è il tempo del ritorno a Dio.
"Ascolta, Israele: il Signore è il nostro Dio, unico è il Signore. Tu amerai il Signore, tuo Dio, con tutto il cuore, con tutta l'anima e con tutte le forze. Questi precetti che oggi ti do, ti stiano fissi nel cuore. Li ripeterai ai tuoi figli, ne parlerai quando ti troverai in casa tua, quando camminerai per via, quando ti coricherai e quando ti alzerai. (Dt 6,5-7)

Sabato Santo

Sabato Santo

Oggi la Chiesa è nel silenzio , il Re dorme nel sepolcro, ma la sua anima è scesa agli inferi a partecipare ai santi che sono in attesa che la redenzione è avvenuta e Gesù entrando nel luogo dell'attesa saluta tutti da Adamo fino al buon ladrone "La pace sia con Voi" e loro insieme rispondono "E col tuo spirito"E annuncia loro il Vangelo della Salvezza: dopo di Lui entreranno ormai nella Gloria.

Venerdì Santo

Venerdì Santo

In quel Venerdì Gesù all'ora sesta (Mezzogiorno) fu crocifisso e all'ora nona (le tre) spirò. Nessuno oggi può passar sopra a questo appuntamento della storia in cui fummo salvati.

Giovedì Santo

Giovedì Santo

Oggi Gesù ha inventato l'Eucarestia. Ne aveva parlato altre volte ma nessuno pensava che si trattasse di questo "io sono il pane vivo disceso dal cielo" Era chiaro che volesse dire di essere importante come il pane ma non che diventasse pane per farsi mangiare. Proprio quello che è avvenuto.

Mercoledì Santo

Mercoledì Santo

"Tutto è compiuto" (Gv 19,30)
Cosa si è compiuto? Ciò per cui era venuto: fare la volontà del Padre e salvare il mondo. Così tutte le promesse dei profeti si sono realizzate, tutte le immagini di Lui si sono compiute.

Martedì Santo

Martedì Santo

"Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato" (Mc 15,34)
Gesù sulla Croce prega e dalla sua preghiera si percepiscono i suoi sentimenti. Prega col salmo 22 che leggeremo oggi per entrare nei sentimenti di Cristo sulla Croce. Gesù non vive il momento finale della sua vita come in un estasi gloriosa ma provando il massimo dell'abbandono e della solitudine, anche l'abbandono da parte del Padre "Perché mi hai abbandonato".

Lunedì Santo

Lunedì Santo

"Ho sete" (Gv 19,28) Risposero offrendogli un po' di aceto ma non era la sete fisica che Gesù intendeva: aveva sete di noi, sete dell'uomo.
Un'altra volta aveva chiesto da bere alla samaritana "Se tu sapessi chi è colui che ti dice dammi da bere, tu stesso gliene avresti chiesto ed egli ti avrebbe dato acqua viva."(Gv 4)

Grido e silenzio

Domenica delle Palme

Grido e silenzio

Dopo avere ascoltato la lettura della Passione del Signore soffermiamoci su queste due parole: Grido e silenzio.
Grido. Tutta la Croce è un grido, un urlo d'abbandono . E' il grido più forte che Dio ci fa sentire: la morte del Figlio, niente di più grande, niente di più appassionato da parte di Dio. Ma è anche il grido dell'umano che si sente lontano da Dio o che teme che Dio sia troppo lontano da lui. Questo grido del Messia è il nostro grido. Il grido dei peccatori il cui cuore esiliato langue dell'amore di Dio. Per quanto possa apparire assurdo bisogna che il Cristo conosca l'abbandono per abbandonarci a Lui sicuri che ci capisce.

Venerdì

V settimana di Quaresima

Venerdì

"Donna ecco tuo figlio". "Figlio eco tua madre" (Gv 19,25)
Nessuno pensi di poter essere Cristiano facendo meno di Maria. Come siamo diventati figli di Dio rigenerati sul Calvario dal sangue di Cristo, nostro fratello, così siamo diventati figli di Maria perché ci ha partoriti tutti nel dolore sul Calvario insieme al Figlio. La chiesa è una famiglia in cui non poteva mancare la Madre. La fede in Maria non è una parte supplementare della fede cristiana ma parte essenziale della nostra fede.

Giovedì

V settimana di Quaresima

Giovedì

"Oggi sarai con me in Paradiso" (Lc 23, 42). Da notare subito la differenza tra la prima parola e questa. Gesù dalla Croce non concede l'amnistia generale a quelli che lo hanno ucciso ma chiede al Padre il dono della loro conversione. Nel caso del ladro di destra concede immediatamente il perdono perché non solo gli offre il dolore "noi siamo stati condannati giustamente" ma addirittura riconosce che Gesù "non ha fatto nulla di male" e, chiamandolo Gesù, di ricordarlo nel suo Regno. La risposta è immediata. "Oggi sarai con me in Paradiso".

Mercoledì

V settimana di Quaresima

Mercoledì

"Padre perdona loro perché non sanno quello che fanno" (Lc XXIII,34)
Dall'alto della croce, suo trono, Gesù compie il giudizio sui nemici: perdona e dono il Regno ai malfattori.
Questa sua regalità rivela la grazia e la misericordia di Dio: è il Figlio uguale al Padre che non condanna nessuno, non giudica, perdona e dona la vita per i fratelli.

Martedì

V settimana di Quaresima

Martedì

Gesù è crocifisso.
Quanti Crocifissi ho visto nella mia vita! Nudi, intubati nei reparti di rianimazione, in attesa, spesso della morte, per lasciare il letto ad un altro e così via. Ma ritorniamo a Gesù appeso alla Croce con la Madre ai suoi piedi, l'amico Giovanni e la Maddalena che non possono fare altro che attendere la fine ma anche ascoltare le sue ultime volontà, le sue ultime parole che sono per noi l'autentico testamento, la sintesi di tutto il suo messaggio.

Voglio la misericordia!

V domenica di Quaresima

Voglio la misericordia!

Venendo Gesù,dal monte degli ulivi verso il tempio avviene un incontro, ovviamente ben preparato da quelli che volevano trarlo in un tranello: gli presentano una donna presa in flagrante adulterio per sapere cosa pensasse lui dal momento che la legge di Mosè prevedeva la lapidazione. Strano che presentino soltanto la donna e non anche l'uomo dal momento che per l'adulterio bisogna essere in due.

Lunedì

V settimana di Quaresima

Lunedì

Gesù viene spogliato delle sue vesti.
Spogliato delle vesti il corpo di Gesù appare macerato dai colpi della flagellazione e viene preparato per essere crocifisso. Nello spogliamento delle vesti Gesù esprime l'esperienza della vita di tutti. Il nostro corpo, chi più, chi meno, vine flagellato dalle prove della vita.

Newsletter

 

Seguici

lamiaVocazione.it
Suore Compassioniste Serve di Maria
Via Appia Nuova 1009
00178 Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mappa