Print Friendly Version of this pageStampa Get a PDF version of this webpagePDF

Mercoledì

VII settimana di Pasqua

Mercoledì

Il dono del CONSIGLIO riguarda la direzione delle azioni particolari. E' un raggio di luce con cui lo Spirito Santo ci mostra cosa dobbiamo fare nelle circostanze particolari di tempo e di luogo. Ciò che la fede, la scienza insegnano in generale, viene applicato ai casi particolari dal dono del consiglio.

Da questo se ne comprende la grande necessità perché non basta sapere che una cosa è buona in se ma che lo è anche nelle circostanze presenti oppure se è migliore di un'altra per raggiungere lo scopo che ci si prefigge.
La guida più sicura è lo Spirito Santo perché seguendolo siamo sicuri di camminare nelle vie del Signore e della sua Provvidenza, perché è il mezzo per non sbagliarsi mai e lasciarci condurre dallo Spirito Santo per vivere in una pace soave senza inquietudine e affanno.
Lo Spirito Santo comunica questo dono in proporzione della fedeltà con cui corrispondiamo.
E' bene ogni mattina chiedere allo Spirito Santo il suo aiuto per tutte le azioni della giornata per poi chiedere all'inizio di ogni azione il suo intervento per compiere tutto nel migliore dei modi.
Il vizio contrario al dono della Spirito è la precipitazione che consistere nell'agire in fretta senza aver ponderato il tutto precedentemente, nel seguire l'impulso della propria attività naturale e non darsi pensiero di consultare lo Spirito Santo. La furia è in forte contrasto con il dono del consiglio.
La beatitudine corrispondente è "Beati i misericordiosi perché saranno trattati con misericordia". Sant'Agostino dice che Dio non manca di aiutare con la sua grazia coloro che assistono gli altri con carità.

Articoli correlati

Tag: spirito santo

Newsletter

 

Seguici

lamiaVocazione.it
Suore Compassioniste Serve di Maria
Via Appia Nuova 1009
00178 Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mappa