Print Friendly Version of this pageStampa Get a PDF version of this webpagePDF

Martedì Santo

Martedì Santo

"Dio mio, Dio mio, perché mi hai abbandonato" (Mc 15,34)
Gesù sulla Croce prega e dalla sua preghiera si percepiscono i suoi sentimenti. Prega col salmo 22 che leggeremo oggi per entrare nei sentimenti di Cristo sulla Croce. Gesù non vive il momento finale della sua vita come in un estasi gloriosa ma provando il massimo dell'abbandono e della solitudine, anche l'abbandono da parte del Padre "Perché mi hai abbandonato".

Ha voluto vivere fino in fondo l'esperienza della fede e della fede pura. La fede è buio ma con la certezza di essere condotti da qualcuno.
La fede è la "Nube luminosa". Pasolini ha detto che "Cristo è l'oscura luce".Basta pensare che Teresa di Gesù Bambino alla fine della vita era tentata sull'esistenza di Dio. Le nostre prove e le nostre tentazioni sono sulla fede. "Se tu fossi davvero figlio di Dio"non ti lascerebbe morire così" nella vita "le cose ti andrebbero meglio". Era quello che dicevano i passanti sotto la Croce "Se sei veramente Figlio di Dio , scendi dalla croce e ti crederemo". E Gesù non scende dalla Croce proprio perché è Figlio di Dio.
Gesù ci insegna la via del fiducioso abbandono per concludere insieme a Lui il salmo con cui sta pregando "Io vivrò per Lui, lo servirà la mia discendenza, Al popolo che nascerà diranno "Ecco l'opera del Signore".
Oggi viviamo una giornata di pura fede e di totale abbandono alla Provvidenza di Dio.

Articoli correlati

Tag: quaresima

Newsletter

 

Seguici

lamiaVocazione.it
Suore Compassioniste Serve di Maria
Via Appia Nuova 1009
00178 Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mappa