Print Friendly Version of this pageStampa Get a PDF version of this webpagePDF

Grido e silenzio

Domenica delle Palme

Grido e silenzio

Dopo avere ascoltato la lettura della Passione del Signore soffermiamoci su queste due parole: Grido e silenzio.
Grido. Tutta la Croce è un grido, un urlo d'abbandono . E' il grido più forte che Dio ci fa sentire: la morte del Figlio, niente di più grande, niente di più appassionato da parte di Dio. Ma è anche il grido dell'umano che si sente lontano da Dio o che teme che Dio sia troppo lontano da lui. Questo grido del Messia è il nostro grido. Il grido dei peccatori il cui cuore esiliato langue dell'amore di Dio. Per quanto possa apparire assurdo bisogna che il Cristo conosca l'abbandono per abbandonarci a Lui sicuri che ci capisce.

Gesù ha sentito tutta la fatica della morte che, come diceva il Card. Martini, è l'occasione del più puro atto di fede perché non ammette uscite di sicurezza. Il Crocifisso è il grande libro in cui Dio ha scritto la sua parola definitiva di Amore fino alla fine che dobbiamo leggere e rileggere fino ad averlo imparato.
Silenzio. Dopo il grido c'è anche il silenzio perché il Signore è estenuato. Perché "Tutto è compiuto" ma anche "Tutto è detto". L'amore non può fare altro che proporsi all'accoglienza di coloro ai quali si offre. Tutta la vita di Gesù, le sue parole, i segni hanno attestato la potenza della benevolenza, del perdono e dell'amore che è all'opera in Lui. E la sua testimonianza non è stata ricevuta. Cosa fare allora? Nient'altro se non mantenere fino alla fine , fino al martirio cruento la sua testimonianza. San Giovanni ce lo dice "Avendo amato i suoi che erano nel mondo li amò fino alla fine", fino all'estremo.
Tutto è stato detto, tutto è là sul Calvario, sul monte più alto di tutti tra il grido e il silenzio, tra il perdono e la promessa. A noi accogliere la Parola della Croce.
La Settimana che comincia si chiama Santa perché è davvero la più Santa dell'anno, quella a cui dobbiamo far riferimento per santificare il tempo. Ogni Giovedì sarà il giorno dell'Eucarestia, ogni venerdì il giorno santo della morte di Gesù in Croce, ogni sabato, da vivere insieme a Maria, il giorno della fede pura in attesa della Resurrezione, ogni domenica è Pasqua.
Seguendo le orme di Cristo passiamo attraverso la Sua Morte per entrare nella Sua Resurrezione.

Articoli correlati

Tag: quaresima

Newsletter

 

Seguici

lamiaVocazione.it
Suore Compassioniste Serve di Maria
Via Appia Nuova 1009
00178 Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mappa