Print Friendly Version of this pageStampa Get a PDF version of this webpagePDF

Giovedì

II settimana di Pasqua

Giovedì

Non è facile accettare la Misericordia divina soprattutto riguardo agli altri per i quali preferiremmo la più stretta giustizia. Niente paura, siamo in compagnia del profeta Giona al quale Dio aveva dato l'incarico di predicare la penitenza a Ninive prima di distruggerla. Dio voleva salvare la città mentre Giona era di alto avviso.

Il profeta fuggì ma come sappiamo dovette accettare , suo malgrado la predicazione che ebbe buon esito. Ninive si convertì e Giona che anziché essere contento provò dispiacere. "Pregò il Signore:"Non era forse questo che dicevo quand'ero nel mio paese? Per questo motivo mi affrettai a fuggire a Tarsis; perché so che tu sei un Dio misericordioso e pietoso, lento all'ira, di grande amore e che ti ravvedi riguardo al male minacciato."
Giona non vuol diventare strumento di una possibile misericordia di Dio nei confronti dei pagani.
Quanto è difficile anche per noi accettare la dinamica divina! Quanto siamo convinti che una giusta punizione sarebbe più utile di un cordiale perdono. Eppure Gesù ci ordina chiaramente "Siate misericordiosi come è misericordioso il Padre vostro che è nei cieli". "Non giudicate e non sarete giudicati" "Con la misura con cui giudicate gli altri sarete giudicati anche voi".
Donaci Signore un cuore nuovo, misericordioso come il tuo.

Articoli correlati

Tag: pasqua

Newsletter

 

Seguici

lamiaVocazione.it
Suore Compassioniste Serve di Maria
Via Appia Nuova 1009
00178 Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mappa