Print Friendly Version of this pageStampa Get a PDF version of this webpagePDF

Giovedì

V settimana di Quaresima

Giovedì

"Oggi sarai con me in Paradiso" (Lc 23, 42). Da notare subito la differenza tra la prima parola e questa. Gesù dalla Croce non concede l'amnistia generale a quelli che lo hanno ucciso ma chiede al Padre il dono della loro conversione. Nel caso del ladro di destra concede immediatamente il perdono perché non solo gli offre il dolore "noi siamo stati condannati giustamente" ma addirittura riconosce che Gesù "non ha fatto nulla di male" e, chiamandolo Gesù, di ricordarlo nel suo Regno. La risposta è immediata. "Oggi sarai con me in Paradiso".

Sul Calvario si operano due conversioni: il ladro e il centurione che riconosce"Veramente quest'uomo era giusto".
La grazia di Dio non è sprecata a poco prezzo il prezzo da pagare è quello di riconoscere di aver bisogno di Lui, non possiamo salvarci da noi stessi, e pentirci sinceramente dei nostri peccati.
Anche noi oggi siamo sul calvario, soprattutto se siamo alla Messa e possiamo dire "Gesù ricordati di me" e Lui prontamente ci risponde nel cuore "Oggi sarai con me in Paradiso". E l'oggi non è quello del dopo la morte ma oggi stesso perché il Paradiso è dove è Gesù e essere con Gesù è il Paradiso.

Articoli correlati

Tag: quaresima

Newsletter

 

Seguici

lamiaVocazione.it
Suore Compassioniste Serve di Maria
Via Appia Nuova 1009
00178 Roma
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Mappa